“Sì ad un porto aperto”

0
2


1′ di lettura
Ancona 12/07/2021
– La sezione di Ancona di Italia Nostra esprime il proprio appoggio alla manifestazione di martedì 13 luglio 2021, ore 18, alla “fontana dei due soli” (dell’artista Enzo Cucchi) al Porto, organizzata da diversi soggetti associativi, sportivi, sociali e politici che chiedono che Ancona sia un Porto Aperto, con la libera circolazione, ovviamente regolamentata, dei mezzi della mobilità dolce.

Queste associazioni chiedono ciò che fu chiesto già dai cittadini anconetani qualche anno fa con la eliminazione della barriere di Schengen, una eliminazione realizzata poi in modo solo parziale che non ha eliminato la presenza di TIR e macchine in attesa di imbarco sui traghetti, davanti all’arco di Traiano e Clementino. Ora si tratta di andare avanti per questa strada, spostando i traghetti al Molo Sud e verso la banchina Marche, opponendosi alla trasformazione del Molo Clementino in molo crocieristico con 15 milioni l’anno di danni all’ambiente ed alla salute, ottenendo la riduzione dell’inquinamento atmosferico.

Del tutto immotivato risulta ad Italia Nostra sia la chiusura del percorso pedonale per raggiungere la Lanterna Rossa, sia questa stretta sulla possibilità di accedere al Porto Storico in alcuni orari, addirittura chiudendo la portella di S. Maria. E’ necessario che i cittadini si riapproprino del proprio Porto Storico e che le amministrazioni pubbliche, ad iniziare dal Comune di Ancona, facciano capire da quale parte stiano. Altrimenti i roboanti progetti di restituzione alla città del Porto Storico risulteranno solo chiacchiere al vento.



fonte VivereAncona

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here