la maggior parte per contatti con amici e parenti/ La progressione del contagio

0
1
la maggior parte per contatti con amici e parenti/ La progressione del contagio


ANCONA – L’attenzione su un possibile rimbalzo di contagi e ospedalizzazioni per la variante Delta del Covid resta alta. I numeri che arrivano da altri Paesi europei lo impongono. Come tengono banco gli effetti della Dad e il modello francese del Green Pass

Oggi, giovedì 15 luglio, sono stati 40 i nuvoi positivi segnalati nelle Marche. Un numero in calo rispetto ai 60 di ieri: l’incidenza settimanale sale 14,85 positivi su 100mila, lontano dalla soglia di 50 che segna il passaggio alla zona gialla. Analizzati 2.256 tamponi, di cui 1.212 prime diagnosi e 1.044 nel percorso guariti. Sono stati 459 i test rapidi con 4 positivi. Il tasso di positività si attesta a 3,3%. La provincia di Ancona è stata quella con più contagiati (12), seguita da Pesaro-Urbino (8), Macerata (7), Ascoli Piceno (6) e Fermo (3). Sono stati 4 i contagiati provenienti da fuori regione. La maggior parte dei contagi proviene da amici e parenti: sono infatti 16 quelli frutto di “contatti domestici” e 12 quelli legati a “contatti stretti di casi positivi”

Ascoli, la predica dei parroci: «Vaccinatevi». L’Area vasta coinvolge anche medici e sindaci per convincere gli over 60 

ZERO DECESSI, -1 RICOVERATI

Ancora nessun decesso legato al Covid nelle Marche, l’ultimo risale al 4 luglio scorso. Da inizio pandemia le vittime sono state 3.038, 1.706 uomini e 1.332 donne. In lieve calo i ricoveri, che scendono a 11 (-1). Stabili a 2 quelli in terapia intensiva, secondo a 9 (-1), queli nei reparti non intensivi.

 

 

LA PROGRESSIONE DEL CONTAGIO

 

 

Ultimo aggiornamento: 14:59


© RIPRODUZIONE RISERVATA





fonte Corriere Adriatico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here