tre formazioni per un appuntamento con la musica

0
1
tre formazioni per un appuntamento con la musica


Ultimi due appuntamenti, il 17 e 18 luglio, per la diciottesima edizione dell’Ancona Jazz Summer Festival, organizzato dall’Associazione Spaziomusica, con alle spalle 47 anni di attività. Appuntamento sabato 17 luglio alle ore 20, alla Mole Vanvitelliana, con tre diverse formazioni. 



Apre l’Andrea Domenici Trio: «Siamo molto contenti – si legge nella nota – nel poter ripresentare il pianista al nostro pubblico, dopo l’esibizione in duo con la pianista classica Radosia Jasik nel settembre dello scorso anno. Questa volta Domenici è nella sua formazione prediletta, una formula che gli permette di sviluppare al massimo il suo stile che ha profonde radici nel piano bop e post bop, grazie a figure importanti come Bud Powell, Barry Harris, Cedar Walton, Wynton Kelly, Tommy Flanagan, quella verità jazzistica che ha ancora moltissimo da offrire. E il pianismo di Andrea appare di una freschezza inusitata, forte sì di un retaggio culturale preciso, ma anche di una volontà ferrea di progredire e dire cose proprie. I tanti anni vissuti a New York, a stretto contatto con i musicisti che contano, ne hanno affinato gusto e capacità, ma anche procurato rispetto e considerazione altissima».


La formazione: Andrea Domenici, pianoforte; Carlo Bavetta, contrabbasso; Pasquale Fiore, batteria. Alle h 21 toccherà a Franco Piana, alla tromba e filicorno e Stefania Tallini al pianoforte. Un duo stavolta basato su personalità diverse che hanno trovato un punto di fusione in un repertorio impostato sul fascino melodico di brani originali usciti dalla penna dei protagonisti, di standard jazz, canzoni italiane e temi brasiliani. Nel dar vita a questo progetto, i due utilizzeranno anche elementi inediti: lo “scat” vocale per Piana o l’utilizzo del flicorno come una percussione; la Tallini invece che mette in campo la voce nell’esecuzione di certi brani. Complicità, intesa, “interplay” continuo rendono il duo esempio mirabile di raffinatezza esecutiva, qualità da sempre nel bagaglio espressivo di questi musicisti. Franco Piana è figlio del grande Dino Piana, uno dei massimi trombonisti europei, di provate doti di compositore e arrangiatore per grandi orchestre, mentre la musicalità della Tallini è nota al pubblico di Ancona Jazz. 



Si chiude alle ore 22.15 con Carmen Sousa & The Silver Messengers. Nata a Lisbona da una famiglia cristiana di Capo Verde, Carmen Souza cresce in un ambiente di lingua mista tra creolo e portoghese, fortemente basato su uno stile di vita tipico delle isole. Viene scoperta da Theo Pascal, suo produttore e uno dei migliori bassisti del Portogallo, che la introduce nel mondo del jazz e di altre sonorità. Da qui il passo verso i massimi festival del mondo è stato breve, tanto che oggi l’artista si colloca tra le migliori interpreti del cosiddetto “world Jazz”. Una musica piena di colori, nuance poetiche e fibrillazioni ritmiche, trascinante sempre. Se uniamo a tali caratteristiche una classe e una leggerezza innate, ecco i motivi per cui premi e riconoscimenti si rincorrono. Dopo la realizzazione di otto CD, è arrivato finalmente l’omaggio alla musica di un grande del jazz quale Horace Silver, anch’egli legatissimo alle tradizioni di Capo Verde. “The Silver Messengers” riscopre brani stupendi, aggiunge nuovi testi creoli e nuovi arrangiamenti, e tuttavia permette ai musicisti coinvolti di calarsi nei panni di discepoli e testimoni di una musica tanto ricca da risultare fondamentale per la vita culturale dell’umanità.  Come afferma David Sylvian: “Una musica senza eguali, di rara limpidezza. Il soul del mondo del ventunesimo secolo”. La formazione: Carmen Sousa, voce, chitarra; Theo Pascal, basso elettrico, contrabbasso; Marco Alves, batteria, percussioni. Ingresso intera serata: euro 15,00 con diritti prevendita (posti limitati). Biglietteria aperta dalle ore 19 alle h 22.30

 











fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here