«Ottima notizia per area montana e rilancio dei borghi»

0
1
«Ottima notizia per area montana e rilancio dei borghi»






Redazione

22 luglio 2021 19:32



La Cna di Fabriano esprime piena soddisfazione circa le recenti affermazioni dell’Assessore regionale alle Infrastrutture Francesco Baldelli che ha di fatto confermato la prossima riattivazione della linea ferroviaria Fabriano-Pergola con finalità turistiche.


L’Assessore ha parlato di investimenti per circa 10 milioni di euro destinati a lavori di ammodernamento della tratta in questione programmati per questo inverno, mentre già tra settembre e ottobre del 2021 il treno dovrebbe effettuare i primi tre viaggi. L’obiettivo è portare il traffico a regime entro la prossima primavera. «Un’ottima notizia per tutto il territorio dell’area montana  – prosegue Maurizio Romagnoli, Presidente della CNA fabrianese, – abbiamo scelto come tema del recente Congresso locale proprio lo sviluppo del turismo nell’entroterra e la riattivazione della tratta Fabriano-Pergola va esattamente nella direzione auspicata, vale a dire quella di valorizzare al meglio le straordinarie risorse storiche, paesaggistiche e culturali che circondano e includono i nostri borghi. Ora bisogna lavorare ancor più intensamente e saper far rete con i vari attori del territorio per generare una prospettiva di medio-lungo periodo che vada a concreto beneficio tanto del cittadino quanto dell’imprenditore, non possiamo e non vogliamo perdere questa occasione di sviluppo della nostra area». Gli fa eco Marco Silvi, referente Cna Area Montana «abbiamo avuto il piacere di ospitare l’Assessore Castelli al Congresso della Cna Provinciale di pochi giorni fa e ovviamente lo abbiamo interrogato sui principali nodi infrastrutturali del nostro entroterra, ci fa molto piacere condividere con la Regione le nostre priorità  e poter contribuire insieme a una visione di sviluppo che sappia far emergere le grandi potenzialità di questo splendido territorio. La riattivazione della tratta Fabriano- Pergola rappresenta un lungo passo nella giusta direzione». 



«Va oltretutto rimarcato – si legge nella nota – come la Cna locale già nel lontano 2008, con l’attuale Direttore Massimiliano Santini, avesse portato all’attenzione nazionale i paradossi di questa “eterna incompiuta” figlia del grave ritardo infrastrutturale della Valle del Sentino. All’epoca, furono raccolte dall’associazione fabrianese guidata da Crinella e Pesciarelli ben 3.000 firme a sostegno del riavvio dei lavori». 









fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here