«Qualche giorno di svago e serenità»: la vacanza in Trentino per le persone della terza età

0
1
«Qualche giorno di svago e serenità»: la vacanza in Trentino per le persone della terza età






Redazione

22 luglio 2021 19:40



Soggiorno per le persone della terza età di Loreto in Trentino. Il soggiorno è organizzato dalla Fondazione Opere Laiche e Casa Hermes dal 13 al 24 luglio,


«Respirare l’aria pulita della montagna – si legge nella nota – di Malè in Trentino nello specifico. Questo il luogo dove la Fondazione Opere Laiche e Casa Hermes ha fissato il buen retiro di dodici giorni circa della comitiva aderente al soggiorno montano estivo per la terza età organizzato per i cittadini di Loreto. Il soggiorno sta avendo luogo  nella località di Malè, in provincia di Trento a circa 738 metri sul livello del mare (fino al 24)».


«Per la Fondazione è tradizione organizzare la trasferta che quest’anno ha ricevuto un numero cospicuo di adesioni, e che rappresenta un ottimo modo per sviluppare un senso di comunità più stretto e rafforzato, in un posto dove l’aria salubre, importante per il benessere degli ospiti, è senza dubbio un fattore di rilevante importanza. La Fondazione, con questa iniziativa, dimostra di essere sempre al centro delle istanze dei cittadini lauretani, diversificando i numerosi progetti che ha ideato, tutti orientati a sostenere la comunità, avendo particolare attenzione a chi può avere più bisogno» spiega il Presidente di Fondazione Opere laiche Lauretane e Casa Hermes Italo Tanoni.



L’attività della Fondazione prosegue quindi anche nei mesi estivi con iniziative dall’elevato valore sociale, come il soggiorno in montagna che riguarda cittadini pensionati over 60 per gli uomini e over 55 per le donne e gli anziani ricoverati in case di riposo ubicate nel territorio Comunale. «Si tratta di un modo per stare insieme in uno dei luoghi di villeggiatura più conosciuti e rinomati delle Dolomiti, una cittadina modello che ben si presta a soddisfare le esigenze naturalistiche di chi vi partecipa – spiega ancora Tanoni – e che può consentire di raggiungere quell’affiatamento tra i partecipanti che la routine e la quotidianità nei rapporti in alcuni casi tende a cancellare. Siamo soddisfatti della partecipazione ottenuta segno che i progetti della Fondazione continuano a rappresentare un punto di riferimento dei cittadini lauretani, nel caso specifico di chi ha un’età più avanzata». «Abbiamo donaito ai nostri amici della terza età qualche giorno di svago e di serenità» ha detto l’animatore Stefano Bianchi. Il soggiorno in pensione completa in hotel comprende il contributo integrativo a carico della Fondazione. Passeggiate aria salubre e socialità dopo un anno difficile di auto reclusione a causa del Covid, ecco cosa il significato del viaggio a Malè.                









fonte AnconaToday

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here