Raddoppio variante alla Ss16, lunedì partono i lavori Mancinelli: «Altro pezzo di futuro in corso»

0
1
Raddoppio variante alla Ss16, lunedì partono i lavori Mancinelli: «Altro pezzo di futuro in corso»


Il sindaco Mancinelli sulla Variante

 

di Martina Marinangeli

Ci sono voluti 30 anni, ma alla fine l’obiettivo è stato centrato: da lunedì partono i lavori per il raddoppio della varante alla Strada statale 16, tra lo svincolo di Torrette e Falconara. Si tratta del terzo tassello nel faraonico progetto dell’Ultimo miglio, per collegare il porto dorico con la grande viabilità: 7,3 km totali – dei quali circa 900 metri in viadotto e 700 metri in galleria – per un importo di 188 milioni di euro, inseriti nel contratto di programma 2013-2020. Un iter travagliato, quello dell’infrastruttura, partito addirittura nel 1991 ma che negli anni ha subito diversi stop&go. «Quando un paio d’anni fa, l’allora premier Conte venne ad Ancona per l’assemblea nazionale della Cna – ricorda la sindaca Valeria mancinelli in un video postato sulla sua pagina Facebook –, gli ricordai il ritardo pluridecennale dell’impegno dello Stato per il raddoppio della variante alla Statale 16, In questi ultimi due anni le cose si sono mosse e lunedì iniziano i lavori. Un fatto che gli anconetani e non solo aspettavano da 30 anni. Un altro pezzo di futuro in corso. Una altro pezzo di StrategicAncona». Il progetto del raddoppio era stato portato al Consiglio superiore dei lavori pubblici con l’intesa Stato-Regioni ad agosto del 2013, ma poi era stato posto il vincolo preordinato per l’esproprio ed è partita la procedura. Nel febbraio 2017 era stato di nuovo presentato al Consiglio superiore, che aveva fatto ulteriori prescrizioni: l’Anas aveva quindi riproposto il progetto il 27 ottobre successivo ed anche in questo caso il Cslp ha avanzato rilevazioni. Nel frattempo, l’Anas ha modificato di nuovo il progetto con l’adeguamento sull’andamento planimetrico, la demolizione e la ricostruzione delle gallerie esistenti (Barcaglione e Orciani), l’adeguamento della piattaforma stradale e l’ottimizzazione delle distanze visuali. Questa variazione ha comportato l’interessamento di maggiori superfici di esproprio per cui è stata fatta una successiva comunicazione ai proprietari terrieri. Una serie di intoppi che hanno rallentato il percorso. Poi, la svolta arrivata lo scorso dicembre con la pubblicazione della gara d’appalto ed il conseguente affidamento dei lavori.

 

Uscita nord e raddoppio variante, Mangialardi: «Grande vittoria per il rilancio della nostra regione»

Ok dal ministero per l’uscita a Nord: è tra le 130 opere inserite nel Decreto Semplificazioni (Video)

Ultimo Miglio, il progetto si farà: nominato un commissario straordinario

Acquaroli e Baldelli incontrano l’Anas: sul tavolo l’uscita del porto di Ancona, la Pedemontana e il raddoppio della Ss16

Raddoppio variante Ss 16, necessari nuovi espropri Manarini: «Progetto quasi pronto»



Fonte CronacheAncona.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here