Tajani all'Ente Parco del Conero: «Risorsa per la tutela dell'ambiente. Sì alla transizione ecologica, ma con gradualità»

0
1
Centro Pagina - cronaca e attualità


ANCONA – Riflettori accesi sull’Ente Parco del Conero e sostegno da Roma e da Bruxelles. A garantire attenzione all’importante infrastruttura ambientale è stato il vicepresidente nazionale di Forza Italia e parlamentare europeo, Antonio Tajani, in visita istituzionale nella sede dell’ente a Sirolo, dove è giunto nel pomeriggio di oggi, accompagnato dalla moglie, con la quale sta trascorrendo una «vacanza operativa», come lui stesso l’ha definita, nelle Marche.

Ad accogliere Tajani, c’erano il presidente dell’Ente Parco del Conero, Daniele Silvetti, l’assessore regionale all’Ambiente Stefano Aguzzi, la capogruppo di Forza Italia, Jessica Marcozzi, e i sindaci di Sirolo, Filippo Moschella e di Numana, Gianluigi Tombolini, oltre ai vertici dell’ente, fra i quali il direttore, Marco Zannini.

Tajani all’arrivo all’Ente Parco del Conero, con Daniele Silvetti, Dietro il sindaco di Numana Gianluigi Tombolini

«Come parlamentare europeo eletto in questo territorio è mio dovere essere qui – ha detto Tajani -, fa molto piacere constatare la grande sinergia tra il presidente del Parco del Conero Daniele Silvetti, il consiglio direttivo, i Comuni, la Regione Marche». Una collaborazione che crea «le condizioni perché il Parco sia vivo, ben amministrato, all’avanguardia, in nome di una politica ambientale innovativa».

Dopo una visita guidata alla sede dell’ente e all’interno del centro visite, Tajani ha plaudito al lavoro svolto dal presidente Silvetti, sottolineando l’organizzazione e le potenzialità del Parco: «Per amministrare bene occorrono competenze – ha aggiunto – e qui vedo che c’è non solo grande passione e impegno, ma qualità».





fonte Centropagina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here